“Il ragazzo che non trovava lavoro”

Episodio tratto da ” Le Costellazioni familiari ” di Bert Hellinger:

 

RAGAZZO: si tratta di una questione di lavoro.

HELLINGER: i problemi di lavoro sono facili da risolvere

Hellinger dispone nel campo l’uomo e di fronte a lui una rappresentante del lavoro. Il lavoro fa un passo indietro e si volta.

HELLINGER: nessuna meraviglia che non trovi lavoro. Non le piaci. Al lavoro non piaci. E’ arrabbiato con te perchè non lo rispetti. Il lavoro fugge da te. Tuttavia non dipende da “lui”. Chi è dunque il lavoro?

RAGAZZO: sentivo qualcosa di molto lontano da me. Non c’era alcun movimento in quella direzione.

HELLINGER: chi rappresenta il lavoro?…..Tua madre. Senza madre, niente lavoro. Cosa è successo?

RAGAZZO: sento che se n’è andata.

HELLINGER: la mia domanda era molto concreta.

RAGAZZO: me ne sono andato.

HELLINGER: cosa intendi?

RAGAZZO: ho pochi contatti con lei. Me ne sono andato.

HELLINGER: che cosa le hai fatto?

RAGAZZO: le ho voltato le spalle.

HELLINGER (al gruppo): credo che resterà disoccupato. Non c’è niente da fare. Senza madre, niente lavoro. Chi si allontana dalla madre si allontana dal lavoro. Ed il lavoro da lui.

HELLINGER (al ragazzo): chiudi gli occhi

RAGAZZO: si copre il viso con le mani e inizia a singhiozzare forte.

HELLINGER (dopo un pò): tua madre è ancora viva?

RAGAZZO: Sì

HELLINGER: quindi hai ancora una possibilità. Ora sei entrato in contatto con lei, bene, molto bene. Scrivile una lettera. Poi ripensa alla tua infanzia, alla tua nascita e guarda tutto ciò che ha fatto per te tutto il tempo. Scriviglielo e dille che hai accolto tutto nel tuo cuore. Accogli nel tuo cuore tutto ciò che ti ha donato.

RAGAZZO: annuisce.

HELLINGER: poi alla fine della lettera aggiungi: se avrai bisogno di me io ci sarò.

RAGAZZO: (è molto commosso)

HELLINGER: fra poco troverai lavoro.

HELLINGER al gruppo: ora è felice. Bene. Le madri rendono felici.

Annunci

” Il cammino dell’Anima “

 “Prendere il cammino dell’anima è sempre più impegnativo che seguire i flussi

 della coscienza ma è l’unico, reale sentiero “

Bert Hellinger

“La figlia che non vuole studiare”

 Tratto dal libro: “Costellazioni familiari” di Bert Hellinger:

HELLINGER a una donna: di cosa si tratta?

DONNA: mia figlia non vuole andare a scuola. Fa la quarta elementare. Si rifiuta di andare a scuola e di uscire di casa.

HELLINGER: e il padre della bambina?

DONNA: Il padre è molto più giovane di me. Non siamo stati insieme per molto tempo. Abbiamo più volte tentato di separarci. Ho cercato spesso di discutere l’argomento ma lui è troppo preso con sè stesso.

HELLINGER: Allora inizierò con la bambina.

Hellinger sceglie una rappresentante per la figlia e le chiede di disporsi nel campo. La figlia muove nervosamente le dita e si sfrega le mani. Poi guarda a terra. Hellinger le chiede di ritornare un attimo a sedersi. Sceglie una rappresentante per la madre della bambina. la rappresentante volta la testa dall’altra parte. Poi guarda a terra e stringe i pugni. Si accuccia e strofina il pavimento con una mano come se volesse lavare via qualcosa. Stringe l’altra mano a pugno. A questo punto, Hellinger, prega la rappresentante della figlia di posizionarsi ad una certa distanza di fronte alla madre. La madre continua a sfregare forte il pavimento.

HELLINGER alla rappresentante della figlia: Dì a tua madre “Mi prendo cura di te”

FIGLIA(rappresentante): “Mi prendo cura di te”

 

La madre continua a sfregare il pavimento e intanto guarda la figlia. La figlia si avvicina alla madre. Quest’ultima si volta e sfrega il pavimento con entrambe le mani. Guarda brevemente la figlia ma poi distoglie lo sguardo. La figlia llarga le braccia come se volesse aiutare la madre che, d’improvviso, s’inginocchia e abbassa la testa fino quasi a toccare il pavimento.

HELLINGER dopo un pò alle rappresentanti: okay, vi ringrazio entrambe. E, alla donna, dice: Ti è chiaro perchè tua figlia vuole restare a casa?

DONNA: mi protegge, mi vuole aiutare

HELLINGER:sì, ha paura che tu muoia o ti uccida.

DONNA annuisce colpita e comincia a piangere. Mi puoi aiutare a capire in che direzione devo guardare?

HELLINGER non mi posso immischiare, c’è un segreto e devo rispettarlo

 DONNA sospira profondamente e annuisce dicendo Lo So 

HELLINGER :certo che lo sai. anche tua figlia lo sa o perlomeno lo percepisce

HELLINGER dopo un pò: Puoi fare un esercizio con tua figlia. La mattina, prima che inizi la scuola, dille: “Ti puoi fidare, oggi resto”. Diglielo prima che va a scuola. Il giorno dopo ripeti: “Oggi resto. Vai pure a scuola”.

LA DONNA: ride sollevata

HELLINGER: okay?

LA DONNA: grazie

HELLINGER (al gruppo): sembra un problema e invece c’è solo amore. La bambina è piena d’amore.