vis medicatrix naturae

rimedio fumanteQuando nel proprio percorso evolutivo, si comincia a contattare il Sè profondo, i parametri di riferimento consueti cominciano a trasmutare e, nel momento in cui affiorano piccoli o grandi squilibri psico-fisici, non ci bastano più i frettolosi spesso distratti suggerimenti della medicina allopatica.

Allora, pur consapevoli che all’origine di qualsiasi “malattia” ci siamo sempre noi e che non ritroveremo semplicisticamente la salute affidando quest’ultima a terzi, possiamo giovarci senz’altro dell’aiuto della natura essendo noi stessi natura . E’ bene ricordare, tuttavia, che qualsiasi cura naturale va accompagnata – senza eccezioni – con un lavoro profondo su noi stessi (psicologico, psicogenealogico, energetico e spirituale), altrimenti il sintomo si ripresenterà  a breve o lungo termine sotto altre forme.rimedi

***

I suggerimenti riportati non sostituiscono il parere e l’intervento del medico

***

I rimedi indicati sono reperibili nelle erboristerie, para farmacie e nei migliori negozi di alimentazione naturale.

DISTURBI PIU’ COMUNI:

mal di testa

olio essentSe il mal di testa è localizzato nella zona della fronte, è indicato l‘olio essenziale di mentolo. E’ sufficiente 1 goccia – non di più – di quest’olio  massaggiato sulle tempie. Se il mal di testa è localizzato alla nuca, probabilmente avete tensione nelle spalle. In questo caso, massaggiate o, meglio ancora, fatevi massaggiare le spalle con dell’olio balsamico (è eccellente l‘Olio degli Esseni )e riposate almeno per una mezz’ora con un sottofondo musicale rilassante.

mal di schiena

In attesa di andare da un bravo osteopata o chiropratico o se il mal di schiena non è invalidante, potete trovare sollievo con impacchi caldi di argilla verde applicati in sede.

come fare un impacco caldo di argilla verde:argilla

L’argilla era nota e ampiamente raccomandata già ai tempi di Galeno e di Plinio Il vecchio, conosciuta per la sua proprietà eccellente di disintossicare ed assorbire le impurità nella zona in cui è applicata. Presenta un’alta percentuale di silice (49, 10% ) e ciò la rende ideale per vivificare i tessuti elastici dell’organismo; tuttavia assorbe anche i materiali con i quali viene a contatto, quindi va scaldata a bagnomaria oppure (qualora è possibile )esposta al sole. Il pentolino dove scaldarla deve essere in plastica, in legno oppure di acciaio inossidabile (MAI utilizzare alluminio) e così pure il massage1cucchiaio per mescolarla con mezzo bicchiere d’acqua ogni 200g.

Quando l’argilla è pronta, il composto deve risultare completamente omogeneo, morbido, senza grumi. Applicarla sulla zona dolente, ricoprire con una garza sterile e con un panno di lana. Riposare con l’impacco caldo per 1 ora almeno. Ripetere l’impacco, possibilmente, per sette giorni consecutivi senza interruzioni.

Alternative validissime alla cura del mal di schiena sono anche il massaggio ayurvedico ed il massaggio shiatsu.

mal di gola

Toccasana eccellente per il mal di gola è la T. M (tintura madre) di propoli. Nelle erboristerie e farmacie potete ora trovare anche la propoli in spray per nebulizzazioni locali (in questo caso è sufficiente irrigare il cavo orale 3-4 volte per ogni applicazione). Altrimentiinfuso utilizzate pure la TM in gocce che è possibile assumere in purezza( per i più coraggiosi perchè è molto forte ) oppure nell’acqua, nella tisana, nel latte caldo (biologico altrimenti è pieno di ormoni). Quando la assumete insieme a quest’ultimi, utilizzate 10-15 gg per tazza/bicchiere e ripetete per tre volte al giorno fino a scomparsa dei sintomi.

Per chi ama gli infusi, suggerisco anche la tisana alla cannella della YOGI TEA oppure l‘infuso di zenzero che potete farvi preparare dal vostro erborista.

mal di gola con tosse 

rimedio okSe il mal di gola è accompagnato da tosse probabilmente avrete la faringe infiammata. Procuratevi dell’ottimo miele biologico di eucalipto e scioglietene 3-4 cucchiai preferibilmente in una tisana o latte di mandorla (lo trovate già pronto nei negozi di alimentazione biologica) bollenti. In alternativa, chiedete al vostro erborista dello sciroppo di eucalipto da assumere 3 volte al giorno. Un ottimo rimedio per la tosse è pure massaggiare prima di andare a dormire le piante dei piedi con dell’olio (di mandorla, di sesamo etc.) al quale vanno aggiunte 3-4 gg di olio essenziale di mentolo o eucaliptolo.

Mal di denti

Se avete mal di denti dovete andare dal dentista. In attesa di ciò, per lenire il dolore vi suggerisco i seguenti rimedi (da scegliere l’uno o chiodil’altro o anche in combinazione):

  • posizionate un chiodo di garofano sul dente;
  • posizionate uno spicchio d’aglio schiacciato sul dente ( attenzione all’inevitabile effetto “respingente” dell’aglio, evitate per qualche ora eventi mondani);
  • provate con sciacqui locali a base di grappa  naturale;
  • provate con sciacqui locali a base di olio di chiodi di garofano da ripetere tre volte o più al giorno. Lo potete trovare in erboristeria.

liquirMal di stomaco

Se il vostro mal di stomaco non è invalidante, può senz’altro giovarvi un buon infuso di fiori di camomilla (non quella in bustine dei supermercati ma I FIORI che trovate soltanto in natura o in erboristeria). Potete utilizzare un cucchiaino raso di fiori per tazza lasciato in infusione 5-8 minuti. Oppure, per se il mal di stomaco è più forte, è indicato l’infuso di liquirizia da escludere però se si soffre di pressione alta. L’infuso si può trovare già pronto oppure è possibile prepararlo con mezzo cucchiaino di liquirizia per ogni tazza. Si aspetta che l’acqua bolle poi si lascia che la liquirizia sprigioni le sue proprietà per circa 10 minuti.Eccellente è pure la TM di camomilla da prendere in proporzione di 20 gg per tre volte al giorno.

Se ci sono problemi digestivi si può prendere un cucchiaino di TM di liquirizia dopo i pasti ( anche tale rimedio è da escludere se si ha pressione alta ). Mangiate lentamente e in un’atmosfera piacevole. Circondatevi di commensali a voi graditi. La prima digestione comincia nell’ambiente dove si consuma il cibo. Evitate caffè, cioccolato, bibite gassate.

Sindrome del colon irritabile (colite)cannella

Se avete la colite, per prima cosa prendete del tempo per ascoltarvi. Probabilmente state sfuggendo ad un’emozione che vi fa paura affrontare. Mentre provate a prendere consapevolezza di cosa vi turba, preparatevi un buon infuso. Suggerisco:

  • tisana alla cannella (la cannella è un ottimo disinfettante intestinale ), ottima quella che trovate nelle erboristerie della YOGI TEA, si chiama CLASSIC CINNAMON;
  • tisana ai fiori di camomilla, melissa e fiori di arancio -se accompagnata da evidente alterazione della sfera emotiva – da preparare con un mezzo cucchiaino di entrambe le erbe per ogni tazza. Lasciare in infusione 5-8 min.;
  • tisana ai semi di finocchio se ci sono spasmi addominali di lieve-media intensità (un cucchiaino raso di quest’ultimi per tazza, in infusione 10-15 min);
  • tisana di salvia se ci sono spasmi addominali intensi (un cucchiaino di foglie per ogni tazza in infusione per 10-15 min.) o, meglio ancora se reperibile, di camomilla romana. Mezzo cucchiaino pro tazza in infusione per dieci minuti è un rimedio eccellente. Da considerare il sapore particolarmente amaro, poco gradito dai bambini.
  • Se la colite è accompagnata da meteorismo e sentite l’addome gonfio d’aria, sono indicati i semi di cumino( mezzo cucchiaino in infusione per 10 minuti) oppure l’anice stellata nel medesimo dosaggio.  Ottimo aiuto è conferito anche dalla già citata tisana al finocchio.

salviaBevete molta acqua di sorgente, eliminate cibi che creano fermentazione intestinale quindi tutti i lieviti-pane, pizza, dolci-zucchero bianco e latticini.

Cistite

Questo disturbo segnala  nella sfera relazionale/sessuale un evidente conflitto . E’ probabile che si sta vivendo una disarmonia con il partner, legata al “senso del rispetto” che non percepiamo ed al territorio personale che sentiamo invaso e occupato da altro/i. Nella sfera interiore, invece, troviamo spesso una certa mancanza di elasticità nei confronti del cambiamento e della propria natura femminile.

Fisicamente, c’è una palese mancanza di idratazione. Per prima cosa è quindi importantissimo bere almeno 2 litri e mezzo di acqua di fonte al giorno ed introdurre nella propria giornata alimentare un maggiore quantitativo di verdure (preferibilmente cotte a vapore )

Nello stesso tempo eliminate:

zuccheri, latticini, cibi proteici, lieviti;caffè;alcolici

se il disagio è molto fastidioso e ricorrente, provate l‘estratto di semi di pompelmo. Sciogliete 3 -15 gg in poca acqua per tre volte al giorno. Continuate per due settimane;

  • se il disagio è lieve, un valido aiuto è l’infuso – da prendere 2 volte al giorno per una decina di giorni – a base di: uva ursina, equiseto, betulla, ortica. La miscela, nella proporzione di 1 cucchiaino abbondante per tazza, va lasciata in infusione per 10-15 min.
  • se il disagio è prevalentemente di natura psicologica e state attraversando un periodo di particolare ansia e nervosismo, potete trovare sollievo con la melissa. E’ possibile assumerla sotto forma di infuso due-tre volte al giorno, oppure in TM (estratto idroalcolico) 40 gg dopo i pasti principali oppure prima di andare a dormire.

Un ottimo coadiuvante nella gestione e nella guarigione progressiva dei sintomi è il RESCUE REMEDY dei fiori di Bach nella versione in crema che va  applicato localmente due-tre volte al giorno o secondo il bisogno.

Dismenorrea (dolori mestrali )agop

Se avete dolori durante il ciclo mestruale, per prima cosa procuratevi una copia del libro ” Mestruazioni ” di Alexandra Pope. Vi servirà a rilassarvi ed a vivere, vedere le mestruazioni con occhi diversi. In secondo luogo suggerisco (a scelta oppure in combinazione tra loro):

  • tenete due semplici borse dell’acqua calda, una sopra la pancia, l’altra dietro la schiena. Riposate a letto almeno per due ore, bruciate un aroma/incenso a voi gradito – per esempio la lavanda è eccellente – ed ascoltate musica da meditazione;
  • fatevi fare un massaggio ayurvedico (da evitare però se avete un flusso molto abbondante );
  • provate con l‘agopuntura presso un medico specialista (soltanto i medici possono effettuarla ). Spesso è risolutiva.
  • relaincenspreparatevi un infuso caldo a piacere nel quale potete aggiungere 20-25 gg di TM di salvia. Ripetere due-tre volte al giorno.

Evitate del tutto latticini e zucchero bianco.

Concedetevi del tempo per voi stesse e – come dice Alexandra Pope nel libro “Mestruazioni ” – per Sognare.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...